Una quercia per Dario Rossi, sabato 14 a Pistoia la cerimonia

PISTOIA – Sarà un informale ritrovarsi tra amici in ricordo di un amico che ci ha salutati e che lascia a tutti noi una quercia, perchè non lo dimentichiamo.

Dario Rossi, giornalista di Toscana Notizie, pisano di nascita e pistoiese d’adozione, ci ha lasciati meno di un mese fa. E a circa trenta giorni dalla sua scomparsa e a pochi metri da casa sua, in via Bure vecchia nord a Pistoia, sabato 14 ottobre alle 10.30 si svolgerà una cerimonia in suo onore.

Amici e colleghi hanno voluto infatti ricordarlo piantando una quercia. Si tratta di una quercus robur, una quercia forte. E’ il modo che hanno scelto per sottolineare che Dario ha mostrato sempre grande forza, non soltanto nell’affrontare la malattia che l’ha colpito, ma anche nel corso della sua attività professionale, in gran parte dedicata al sostegno dei colleghi attraverso un’intensa attività sindacale che ha concluso da presidente regionale del Gus, il Gruppo uffici stampa all’interno dell’Associazione stampa toscana, il sindacato dei giornalisti.

L’Associazione stampa toscana proporrà poi di dedicare alla memoria di Dario il corso su Sanità e Informazione che si svolgerà nel 2018, grazie alla collaborazione fra l’assessorato al diritto alla salute della Regione e l’Associazione stampa. Altre iniziative sono allo studio fra Ast e Gus.

“La sua famiglia – dice la moglie Patrizia – ringrazia la Croce Verde di Pistoia per la puntuale assistenza fornita durante la malattia di Dario e poi per il servizio di onoranze funebri svolto con cortese disponibilità e professionalità. Ringraziamo anche Mario Pereira per averci concesso di utilizzare per la cerimonia di commiato lo splendido Monumento militare brasiliano, che così ben custodisce e che Dario amava molto. Un mio ringraziamento speciale va poi all’équipe dell’Unità di cure palliative della Asl, diretta dal dottor Luca Lavacchi. La loro professionalità unita ad una grande umanità mi hanno permesso di assistere Dario a casa, con dignità, nei suoi ultimi giorni. Si tratta di un’eccellenza, all’interno dei servizi sanitari territoriali, che merita una giusta valorizzazione”.

Un grazie infine alla Giorgio Tesi Group che ha voluto donare la quercia che ricorderà Dario e davanti alla quale verrà posizionata una targa. Nell’occasione sarà consegnato all’associazione Raggi di speranza in stazione, che aiuta i senzatetto, il ricavato della sottoscrizione aperta all’indomani della sua scomparsa.

Fonte: Toscana Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *